+39.06.655951
Dove siamo

Degenze accreditate con il SSN

Degenze accreditate con il Servizio Sanitario Nazionale

 

  • U.O. di Riabilitazione Cardiologica e Respiratoria

Responsabile Dott. Salvatore Varrica

La Casa di Cura Villa Sandra dispone di un Reparto di Riabilitazione Cardiologica.
La struttura si compone di 24 stanze a due letti tutte dotate di servizi privati e climatizzazione.

La Riabilitazione Cardiologica è rivolta a pazienti con:

  • Esiti di intervento cardiochirurgico
  • Esiti di infarto miocardio e/o rivascolarizzazione percutanea
  • Pazienti con scompenso cardiaco
  • Pazienti in preparazione di intervento cardiochirurgico.

Il paziente che si ricovera nel reparto di Riabilitazione Cardiologica, all’ingresso, viene valutato da un medico specialista, in Cardiologia.
Nei successivi primi giorni di degenza si procede all’inquadramento diagnostico-terapeutico. Il paziente, di routine, viene sottoposto ad esami ematochimici completi, Rx del torace, ecg ed ecocardiogramma.
Nella prima prima fase del ricovero viene sottoposto amonitorizzazione continua dell’ecg. In considerazione delle comorbilità spesso presenti nel cardiopatico, il paziente viene valutato, quando necessario, dal Neurologo, dal Diabetologo e dall’Angiochirurgo. L’inquadramento completo del paziente si giova di tecniche di imaging sia neurologiche che cardiovascolari ad elevato contenuto tecnologico supportate dalla Sezione di Diagnostica per immagini della Casa di Cura.
La presenza quotidiana del Cardiochirurgo assicura ai pazienti cardiooperati la gestione della cura delle ferite e di eventuali complicanze con il massimo dell’accuratezza e della tempestività.
Il programma di training fisico viene impostato e personalizzato dopo il “test del cammino” che viene eseguito all’ingresso. Il paziente è seguito individualmente da una terapista della riabilitazione: il programma riabilitativo consiste, inizialmente, in ginnastica respiratoria ed esercizi calistenici seguiti, poi, da sedute alla cyclette a carico crescente in modo da aumentare la capacità funzionale.
In casi specifici viene eseguito il test cardiopolmonare al fine di effettuare una valutazione prognostica più accurata.
Lo scopo della Riabilitazione Cardiologica è anche quella di favorire, 15 il più precocemente possibile, il reinserimento psico-sociale del paziente che pertanto verrà seguito da Psicologi e in casi di particolari disagi, dagli Assistenti Sociali.
Durante il ricovero particolare cura viene rivolta ad un programma di prevenzione secondaria al fine di modificare abitudini di vita che potrebbero portare ad una ripresa o ad un peggioramento della malattia cardiologica di base.
Alla dimissione, al paziente viene fornita una lettera in cui vengono specificate, oltre il profilo diagnostico-terapeutico, anche il percorso riabilitativo eseguito, in modo che il Cardiologo Curante possa prendere in carico il paziente con tutte le informazioni utili per la futura gestione.

Staff medico
Responsabile Dott. Salvatore Varrica
Aiuto Cardiochirurgo Dott. Fadi El Fakhri
Aiuto Cardiologo Dott.ssa Francesca Pastori
Dott.ssa Fabiana Di Veroli
Cardiolog: Dott.ssa Fabiana Di Veroli - iDott.ssa Vienna Mancini - Dott.ssa Antonella Mattatelli
Dott.ssa Gaia Orvieto
Pneumologa: Dott.ssa Manuela Serpilli

Fax: 06 65595538


  • U.O. di Riabilitazione Ortopedica

La Casa di Cura Villa Sandra dispone di due reparti di Riabilitazione Ortopedica.
L’U.O. di Riabilitazione Ortopedica I è ubicata al 4° piano della Casa di Cura e dispone di 18 stanze doppie tutte dotate di servizi e climatizzazione.
L’U.O. di Riabilitazione Ortopedica II è ubicata al 3° piano della Casa di Cura e consta di 12 stanze a due letti e di una stanza singola e accoglie 25 pazienti. Tutte le stanze sono dotate di servizi e
climatizzazione.
La Riabilitazione ortopedica è rivolta soprattutto a pazienti con postumi di intervento di ortopedia maggiore e, in particolare:

  • Postumi di protesizzazione dell’anca per coxartrosi o per frattura del collo femorale.
  • Postumi di protesizzazione del ginocchio per gonartrosi.
  • Postumi di osteosintesi di bacino, di collo femorale e degli altri segmenti degli arti inferiori.
  • Postumi di politraumi con fratture multiple interessanti arti inferiori e superiori
  • Postumi di qualsiasi intervento chirurgico che necessiti di riabilitazione
  • Sindromi d’allettamento.

Il paziente all’ingresso è sottoposto ad una valutazione sia da parte del medico di reparto che dal fisiatra i quali decideranno insieme il programma riabilitativo ed eventuale inquadramento diagnosticoterapeutico.
All’ingresso vengono effettuati esami ematochimici di routine, Rx dell’arto/i operati, ECG. Nei pazienti a rischio per Trombosi venosa profonda, verranno valutati dal consulente Angiologo con eventuale eco-doppler degli arti inferiori. Qualora poi fosse necessario approfondire qualche problematica particolare il reparto è supportato dalla Sezione di Diagnostica per immagini della Casa di Cura. L’equipe medica di reparto è formato da personale medico multi specialistico costituito da: un chirurgo generale, un ortopedico, un internista, uno pneumologo, un reumatologo. Inoltre è presente personale infermieristico specializzato, in grado di fornire assistenza continua e qualificata, capace di individuare e soddisfare le necessità di ogni singolo paziente. Alla dimissione ad ogni paziente 16 verrà fornita una dettagliata lettera con la descrizione del decorso clinico, con diagnosi e eventuali modifiche terapeutiche da consegnare la proprio Medico Curante, accompagnata dalla lettera di dimissione fisiatrica in cui verrà descritto il programma riabilitativo svolto per un eventuale prosieguo ambulatoriale o in DH.

Staff medico U.O. Riabilitazione Motoria I
Responsabile Dott. Michele Bilanzone
Aiuto Dott. Luigi Federico
Assistenti Dott.ssa Emilia Finamore- Dott.ssa Adriana Gallo

Staff medico U.O. Riabilitazione Motoria II
Responsabile Dott. Sergio Anibaldi
Aiuto D.ssa Daniela Oliva
Assistente Dott Carlo Badaracco

Fax: 06 65595546


  • U.O. di Riabilitazione Neurologica

Il Reparto di Riabilitazione Neurologica è finalizzato al trattamento di tipo intensivo di pazienti provenienti prevalentemente da reparti di neurologia e neurochirurgia delle strutture ospedaliere. Per la maggior parte si tratta di paziente affetti da:

  • Recente ictus ischemico
  • Recente emorragia cerebrale
  • Recente intervento neurochirurgico a livello cerebrale o per patologie del midollo spinale
  • Trauma cranico o trauma midollare per lesioni della colonna vertebrale
  • Malattie degenerative del Sistema Nervoso (M. di Parkinson, Sclerosi Multipla, Malattie Spinali)
  • Malattie infiammatorie/infettive (recenti encefaliti, neuropatie infiammatorie, miopatie).

I pazienti neurologici ospiti della struttura si avvalgono della professionalità di medici specialisti, terapisti della riabilitazione e infermieri /OSS qualificati per la gestione e il trattamento dei postumi delle malattie sopra elencate: emiparesi, paraparesi, disturbi dell’equilibrio (atassia) che impediscono il cammino, disturbi del linguaggio (afasia, disartria), disturbo della deglutizione (disfagia), disturbi nella percezione dello spazio, disturbi del movimento.
All’atto dell’accettazione il paziente viene preso in carico da un’equipe multidisciplinare composta dal neurologo, fisiatra, internista, otorinolaringoiatra, logopedista, terapista occupazionale e psicologo e viene stilato un progetto riabilitativo.
L’inquadramento clinico comprende anche la valutazione nutrizionistica con elaborazione di una dieta individualizzata tenendo conto di quanto spesso i pazienti neurologici presentano uno stato di scarsa nutrizione o, all’opposto, di obesità.
Di routine vengono effettuati esami ematochimici, ECG con eventuale consulto dello specialista cardiologo, Rx in caso di intervento chirurgico vertebrale.
A causa dell’elevata frequenza del disturbo della deglutizione nei pazienti neurologici, spesso misconosciuto e frequente causa di polmoniti per il passaggio di cibo nelle vie aeree, in tutti i casi viene effettuata una valutazione funzionale della deglutizione che, all’ingresso, è di tipo clinico e, nei casi segnalati a rischio viene approfondita dallo specialista otorinolaringoiatra con esame endoscopico (FEES).
Trattandosi molto spesso di pazienti con pluripatologie, il caso clinico viene inquadrato nella sua complessità, non solo per gli aspetti strettamente neurologici.
Il paziente viene preso in carico dal terapista della riabilitazione e dal terapista occupazionale e, se necessario, dal logopedista. Al termine del ricovero viene consegnata al paziente una esaustiva lettera di dimissione, completa di tutte le informazioni necessarie per una adeguata continuità assistenziale.

Staff medico
Responsabile Neurologo Dott. Rodolfo Quadrini
Medico Internista Dott. Antonio Luzzo
Neurologi Dott.ssa Chiara Lepre, Dott. Francesco Pujia

Fax: 06 65595548


  • Reparto di Riabilitazione Estensiva

Responsabile Dott. Alberto Lusso

La Casa di Cura Villa Sandra è dotata di un Reparto di Riabilitazione Estensiva ex art. 26 in regime residenziale con 30 posti letto.
La riabilitazione estensiva è intesa come "attività assistenziale complessa per pazienti che hanno superato l'eventuale fase di acuzie e di immediata post-acuzie e che necessitano di interventi
orientati a garantire un ulteriore recupero funzionale in un tempo
definito".
La riabilitazione estensiva è la fase di completamento del processo di recupero riguardante una condizione di disabilità stabilizzata. Non richiede interventi intensivi ma un moderato impegno terapeutico e si caratterizza per interventi sanitari riabilitativi per pazienti non totalmente autosufficienti, con possibilità di recupero funzionale, che non possono sostenere un trattamento riabilitativo intensivo e che richiedono di essere ospedalizzati in quanto affetti da instabilità clinica. La degenza ha una durata massima di 60 giorni, salvo motivata prosecuzione al trattamento autorizzata dai competenti servizi della ASL di residenza del paziente. L'accesso è previsto sia dall'ospedale per acuti/post-acuti che da struttura di riabilitazione intensiva territoriale; l’accesso dal domicilio è subordinato alla Valutazione Multidimensionale da parte dei competenti servizi della ASL di residenza del paziente.
Si informa che i farmaci, gli accertamenti specialistici, gli esami diagnostici, il materiale dimedicazione delle ferite chirurgiche o delle piaghe da decubito, i pannoloni, le traverse, i cateteri vescicali e le sacche non sono compresi nella retta regionale (vedi informativa per il paziente).
Tali prestazioni, per gli utenti che ne hanno diritto, possono comunque essere richieste in regime di convenzione con apposita prescrizione del Medico di Medicina Generale o presso i servizi Asl competenti
per il territorio.

RIABILITAZIONE ESTENSIVA
Informativa per il paziente
L’ammissione del paziente è subordinata al parere del Medico di accettazione ai sensi dell’art. 14 del D.P.R. n. 128 del 27/03/1969.
Per il necessario avvicendamento dei ricoveri, al termine della degenza, il paziente, su parere dei Sanitari, dovrà tornare al proprio domicilio o altro Presidio Ospedaliero o Istituto per lungodegenza o RSA.
I farmaci (incluse le insuline, le penne per insulina), gli accertamenti specialistici, gli esami diagnostici (ematochimici, Rx, RMN, TC, ecc.), il materiale di medicazione delle ferite chirurgiche o delle piaghe da decubito, i pannoloni, le traverse, i cateteri vescicali e le sacche non sono compresi nella retta regionale come da B.U.R.L. n. 1 del 02/01/2013.
La terapia farmacologica e le eventuali indagini specialistiche sono stabilite dai medici di reparto ed erogate dal Servizio Sanitario Regionale, su prescrizione del medico di base.
La firma di questa richiesta impegna il paziente e i suoi familiari a rispettare le decisioni dei Sanitari concernenti le modalità e i tempi di dimissione.

 

Fax: 06 65595552